Pediatria di Padova, fiore all’occhiello nella cura del bambino

#

Il Prof. Giorgio Perilongo, Direttore del Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino, ci illustra il suo lavoro e le attività dei diversi reparti

Il Prof. Giorgio Perilongo è Direttore dal 2014 del Dipartimento Universitario di Salute della Donna e del Bambino dell’Azienda Ospedaliera Università di Padova, un vero e proprio fiore all’occhiello della struttura accademica-assistenziale padovana. Professore Ordinario di Pediatria, è stato coordinatore di indirizzo di Malattie Rare per la Scuola di Dottorato in Medicina dello Sviluppo e Scienze della Programmazione, Direttore della Scuola di Specializzazione in Pediatria, Direttore della Clinica Pediatrica e Direttore del Dipartimento ad Attività Integrata di Pediatria.

 

Prof. Perilongo ci parli del suo Dipartimento.

Io preferisco chiamarla la “Pediatria di Padova” anche se da un punto di vista normativo si chiama Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino. Esso rappresenta una delle articolazioni organizzativo-gestionali dell’Azienda Ospedaliera Università di Padova. La Pediatria di Padova è nella sostanza un Ospedale del Bambino all’interno dello stesso ospedale. Il Dipartimento è costituito da 9 unità operative complesse, i cosiddetti vecchi “reparti”, ciascuno con il proprio Primario o meglio, secondo la dizione corretta, Direttore. Abbiamo la cardiochirurgia pediatrica, la cardiologia pediatrica, la chirurgia pediatrica, la clinica pediatrica, l’ematoncologia pediatrica, le malattie metaboliche ereditarie, il pronto soccorso pediatrico, la patologia neonatale e la psichiatria pediatrica. A fianco a queste ci sono 7 Unità Operative Semplici a valenza Dipartimentale (USD) e 3 Unità Operative Semplici (UOS). Le USD sono quasi dei reparti autonomi mentre le UOS dipendono direttamente da una specifica Unità Operative Complessa. La Nefrologia Pediatrica, la Terapia Intensiva Pediatrica, la Reumatologia Pediatrica, la Pneumo-Allergologia Pediatrica, la Terapia Antalgica, e Hospice Pediatrico, l’Allergologia Alimentare e l’Ortopedia Pediatrica sono USD. Le UOS sono rappresentate dall’Unità di Trapiantologia di Cellule Staminali Ematopoietiche, dall’Unità di Urologia Pediatrica e di Procreazione Medicalmente Assistita. Quando si parla della Pediatria di Padova non si parla di un reparto ma di una serie di unità assistenziali.

 

In quale direzione sta andando il suo Dipartimento per la cura del bambino?

La direzione in cui noi stiamo andando o che stiamo cercando di prendere è quella di concentrare nella nostra struttura tutte le risorse culturali, esperienziali e tecnico-strumentali necessari per fornire ai bambini malati la cura globale, ovviamente in piena sinergia con le strutture territoriali. Noi infatti ci sentiamo al centro di una rete assistenziale che va ben oltre le mura dell’ospedale. Per noi l’evoluzione è duplice: confermare il ruolo di hub ed in seconda battuta sviluppare le reti. Al centro non c’è la clinica o l’ospedale ma il paziente.

 

Che cosa la rende più orgoglioso del Dipartimento che dirige?

Sicuramente il grande articolato assistenziale che ho descritto. Abbiamo dei servizi che non ha nessuno nel Veneto e nel Nord-Est d’Italia. Siamo di fatto riconosciuti come il centro hub per quanto riguarda la trapiantologia d’organo solido pediatrico, la nefrologia pediatrica, le patologie emato-oncologiche pediatriche, la cardiologia pediatrica, la cardiochirurgia pediatrica, la neonatologia e la reumatologia pediatrica solo per citarne alcune.

 

Quanti accessi effettuate all’anno nel pronto soccorso pediatrico?

Mediamente 23.000 accessi ogni anno. I numeri in questo caso vanno letti in relazione alla popolazione di riferimento. E un’altra cosa importante per capire questi numeri è il fatto che possiamo contare su degli ottimi pediatri che fanno da filtro e che gestiscono nel territorio molte delle situazioni che non richiedono un pronto soccorso. I codici bianchi sono sempre inferiori grazie al lavoro effettuato da ogni pediatra.

 

Prof. Perilongo cosa caratterizza il Suo Dipartimento?

Il mio Dipartimento non è soltanto un Ospedale in senso stretto, ma è proprio per la sua componete universitaria, anche sede di Scuole di Specializzazione, di Corsi di Master nonché di un’importante scuola di Dottorato di Ricerca, ossia il Dipartimento eroga un’importante attività didattico-formativa. Inoltre fanno parte del Dipartimento altrettanti importanti laboratori per la diagnosi avanzata di molte malattie rare dell’età pediatrica e centri di ricerca vera e propria. Infine abbiamo il comitato etico per la pratica clinica pediatrica, nato circa 20 anni fa, che ha ora ormai assunto una dimensione regionale. Fondamentale per la risoluzione delle varie problematiche cliniche che vengono a crearsi.

Prof. Giorgio Perilongo

Direttore del Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino presso l’Azienda Ospedaliera Università di Padova

Via Giustiniani, 3 – 35128 Padova
Centralino: 049.8213579
giorgio.perilongo@unipd.it

Post Correlati

Leave a comment