Milano, grande successo per la prima edizione di Intercare

L’unica fiera in Italia dedicata al turismo sanitario ha visto la partecipazione di buyer provenienti da 21 nazioni

Ha riscosso un notevole successo la prima edizione di “Intercare”, la tre giorni dedicata al turismo medicale tenutasi nel Centro congressi di Palazzo delle Stelline, a Milano, dal 25 al 27 maggio. Trenta espositori, provenienti da 9 paesi del mondo, hanno accolto numerosi buyer da 21 nazioni. Incontri, seminari e market meeting hanno accreditato l’Italia e le sue eccellenze sanitarie come punto di riferimento per i pazienti che dall’estero scelgono di viaggiare per ricevere le migliori cure. Un fenomeno sempre più diffuso grazie alla crescente globalizzazione. Numerosi gli incontri da cui sono emersi dati di rilievo sulla situazione del nostro Paese verso questo innovativo settore, con focus particolareggiati sulle statistiche lombarde, sul Sistema Sanitario Nazionale e su come le strutture ospedaliere si stiano attrezzando per agevolare la domanda dall’estero, oggi in costante crescita. Grazie ai numerosi convegni e workshop, la fiera ha permesso ai buyer internazionali di conoscere approfonditamente il “sistema Italia” dal punto di vista della sanità, agevolando domanda e offerta e diventando punto di riferimento per incontri trade ed accordi commerciali, oltre che fonte d’informazione autorevole per pazienti che desiderano aggiornarsi su cure ed innovazioni. Sono sempre di più, infatti, i pazienti che per vari motivi, scelgono di spostarsi per farsi curare. Nonostante però, il nostro Sistema Sanitario Nazionale sia classificato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come uno dei migliori al mondo, l’Italia per il momento si distingue principalmente per il gran numero di pazienti che si recano all’estero per curarsi, ricercando, in prevalenza, trattamenti estetici low cost o cure dentistiche. Quello che al momento ancora manca, è un’offerta valida e strutturata in grado di invogliare i pazienti stranieri ad usufruire dei servizi sanitari nei quali l’Italia eccelle.

I NUMERI

Secondo i dati di Global Health Index, l’Italia è il paese più sano al mondo (comparato ad altri 163 Stati). Dal 1990 l’aspettativa di vita alla nascita ha subito un incremento del 5,7% e si attesta intorno agli 83 anni, al pari della Spagna. Inoltre il rischio di morte prematura si attesta intorno al 9,83%, il più basso d’Europa. Questo anche per l’ottimo livello del Sistema Sanitario Nazionale, grazie al quale le patologie che sono considerate acute o molto gravi vengono interamente coperte, garantendo un’assistenza certificata e di alto livello. In Italia sono presenti 1.936 ospedali: di questi 208 sono in Lombardia di cui 103 pubblici, 96 privati accreditati, 9 privati non accreditati. Solo la Lombardia, ed in particolare Milano, fiore all’occhiello della sanità italiana, riceve il 23% dei pazienti che si spostano dalle altre regioni per curarsi e che ricercano per la maggior parte cure per le patologie oncologiche e radioterapia.

TURISMO MEDICALE

Gli ultimi dati rilevati stimano tra gli 11 ed i 14 milioni i pazienti che ogni anno viaggiano per motivi di salute nel mondo. Questo flusso ha generato, nel 2015, un fatturato stimato tra i 70 ed i 100 miliardi di dollari con una crescita del 20% rispetto all’anno precedente. Al momento l’Italia appare più un esportatore di pazienti, con un’offerta che, per diversi motivi, non è ancora strutturata per sviluppare un vero e proprio flusso incoming. «L’Italia è un paese che sicuramente ha grandi potenzialità ancora da sviluppare – ha affermato Maurizio Cavezzali, CEO della Equipe International, società specializzata nell’organizzazione di fiere su settori e trend emergenti – ed Intercare nasce proprio per essere il punto di riferimento italiano ed internazionale del Turismo Medicale. Non vogliamo permettere che una nazione ricca di eccellenze come la nostra rischi di rimanere indietro sotto questo aspetto. La partecipazione ed il supporto delle Istituzioni a questa prima edizione ci fa ben sperare in una maggiore attenzione ed in un futuro in crescita per l’intero settore». Intercare ha raccolto il consenso ed il supporto di numerosi operatori e realtà a livello italiano ed europeo per ampliare ed organizzare l’offerta, come l’AIOP (Associazione Italiana Ospedalità Privata) che raggruppa oltre 500 strutture sanitarie italiane e le rappresenta all’interno di Confindustria; la UEHP (European Union of Private Hospitals); l’EHTTA (European Historic Thermal Towns Association), associazione europea delle città termali; l’ASTOI Confindustria Viaggi, associazione italiana che rappresenta oltre il 90% del mercato del tour operating italiano, che hanno patrocinato questa prima edizione.

Post Correlati

Leave a comment