Tumore della mammella, la radioterapia che protegge il cuore

A parlarci di questa innovativa tecnica, il Prof. Alongi, Direttore della Radioterapia Oncologica dell’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar

La radioterapia per curare il tumore al seno diventa sempre più innovativa. È stato infatti messo a punto, dalla Radioterapia Oncologica dell’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (Vr), un nuovo trattamento per il carcinoma alla mammella, che permette di salvaguardare il cuore durante le irradiazioni, riducendo così il rischio di future malattie cardiovascolari nelle donne trattate. A parlarci di questa novità, il Prof. Filippo Alongi, Direttore della Radioterapia Oncologica dell’ospedale veronese. Laureato in Medicina e Chirurgia, si è specializzato in Radioterapia. Si è formato dapprima all’Istituto Europeo di Oncologia e successivamente all’Ospedale San Raffaele di Milano, dove poi ha lavorato con la prima apparecchiatura di Tomoterapia in Italia. Dal 2008 è stato medico ricercatore al Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR Istituto di Bioimaging e Fisiologia Molecolare), dove ha condotto studi sperimentali sulle alte tecnologie in campo oncologico. Nel 2010, al Reparto di Radioterapia e Radiochirurgia dell’IRCCS Istituto Humanitas di Milano, ha coordinato studi e trattamenti con il primo TrueBeam in Italia. All’Humanitas Cancer Center è stato referente per le patologie urologiche del distretto testa-collo e della mammella. Per l’Associazione Italiana Radioterapia Oncologica (AIRO), ha ricoperto diversi incarichi, tra cui quello di Coordinatore Nazionale del gruppo under 40 e Segretario Nazionale del gruppo prostata. Attualmente è componente del direttivo esecutivo e della commissione scientifica nazionale e Coordinatore Nazionale del gruppo uro-oncologico della stessa Associazione. Dal 2017 è Professore Associato all’Università degli Studi di Brescia.

Prof. Alongi, ci parli di questo trattamento innovativo per curare il tumore alla mammella

Da diversi studi, negli ultimi anni, è emerso che le radiazioni della radioterapia, nelle pazienti giovani con tumore al seno, in particolare nella mammella sinistra, possono comportare un coinvolgimento anche della parete cardiaca anteriore, soprattutto delle arterie coronariche che si trovano molto vicino alla zona della mammella irradiata. Questo tipo di coinvolgimento fa sì che negli anni, queste pazienti, sviluppino un rischio maggiore di eventi cardiovascolari. Per questo motivo, aiutandoci con la tecnologia, abbiamo sviluppato una tecnica, che ci permette di salvaguardare il cuore. Sapendo che la mammella si trova appoggiata al torace e che questo si muove con il respiro, ed essendo noto in anatomia come in alcune fasi del respiro si possa avere un distanziamento dello sterno, e quindi della parete toracica dal cuore, abbiamo pensato che con dei sistemi di controllo adeguato, è possibile irradiare in una fase specifica del respiro, riuscendo così ad escludere il coinvolgimento del cuore, o quanto meno minimizzarlo in modo significativo. In sostanza, si chiede alle pazienti di trattenere il respiro, condizione che determina un’espansione della cassa toracica e di conseguenza la massima distanza tra cuore e mammella irradiata. Questo ci consente di trattare in modo intelligente la mammella e quindi eseguire il trattamento oncologico necessario, che consiste nello sterilizzare il focolaio microscopico di malattia che potrebbe residuare dopo l’intervento chirurgico, riuscendo a risparmiare al meglio il cuore. Prima del trattamento, la paziente viene istruita ad avere un respiro regolare e con la nostra apparecchiatura siamo in grado di monitorare il respiro ed erogare le radiazioni solo nella fase che noi decidiamo, ossia nel momento in cui la paziente è nella fase di massima inspirazione. Ogni seduta di trattamento dura dai 5 ai 7 minuti.

L’ingresso del reparto di Radioterapia Oncologica
04/12/17 OSPEDALE NEGRAR
FOTO DI RENZO UDALI

Prof. Filippo Alongi

S.C. di Radioterapia Oncologica Ospedale Sacro Cuore Don Calabria

Via Don A. Sempreboni, 5 – 37024 Negrar (Vr)
Segreteria: 045 6014800 – Fax: 045 6014801
filippo.alongi@sacrocuore.it

Post Correlati

Leave a comment