SCIENZA Coronavirus, “il desametasone potenziale salvavita per i pazienti Covid in condizioni critiche”

La scoperta si deve agli scienziati di Oxford che con lo studio Recovery (Randomized Evaluation of Covid 19 therapy) hanno raccolto i dati per testare una gamma di potenziali trattamenti contro Covid 19 e hanno verificato che lo steroide sembra efficace per i malati gravi

Sono stati i ricercatori di Oxford a scoprire la potenziale efficacia del desametasone e ora l’Organizzazione mondiale della sanità chiede di aumentare produzione e distribuzione. “Sebbene i dati siano ancora preliminari, la recente scoperta che lo steroide desametasone può essere un potenziale salvavita per i pazienti Covid 19 in condizioni critiche ci ha fornito un motivo per festeggiare. La prossima sfida è ora aumentare la produzione e distribuire rapidamente ed equamente il desametasone in tutto il mondo, concentrandosi su dove è maggiormente necessario” dice il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, in conferenza stampa a Ginevra.

L’Università di Oxford ha esaminato l’idrossiclorochina che è stato successivamente abbandonata in quanto aumenta i decessi e i problemi cardiaci. E il remdesivir, che sembra abbreviare i tempi di recupero per le persone con coronavirus, ed è già stato reso disponibile da servizio sanitario britannico. Nel mirino dei ricercatori sono finiti anche gli antivirali lopinavir-ritonavir (comunemente usati nel trattamento dell’Hiv e il cui uso è stato autorizzato in Italia), l’azitromicina (un antibiotico) e infine anche il plasma raccolto da donatori che sono guariti, che viene somministrato in Italia ai pazienti già da tempo dopo l’iniziativa del San Matteo di Pavia e dell’ospedale di Mantova. I dati della sperimentazione saranno periodicamente rivisti in modo che qualsiasi trattamento efficace possa essere identificato rapidamente e reso disponibile a tutti i pazienti, fanno sapere i ricercatori.

“Guidati dalla solidarietà – ha aggiunto Dg Oms – i Paesi devono collaborare per garantire che le forniture siano prioritarie per i paesi in cui vi è un gran numero di pazienti Covid 19 in condizioni critiche e che le scorte rimangano disponibili per il trattamento di altre malattie per le quali è necessario. Fortunatamente, questo è un farmaco economico e ci sono molti produttori in tutto il mondo, che siamo fiduciosi possono accelerare la produzione. È inoltre importante verificare che i fornitori possano garantire la qualità, poiché esiste un rischio elevato di ingresso sul mercato di prodotti scadenti o falsi. La domanda è già aumentata – prosegue Tedros – a seguito dei risultati della sperimentazione che mostrano il chiaro vantaggio apportato del desametasone. L’Oms sottolinea comunque che questo medicinale deve essere usato solo per pazienti grave o critici, sotto stretto controllo clinico. Non ci sono prove che questo farmaco funzioni per i pazienti con malattia lieve o come misura preventiva e potrebbe anche causare danni”.

Leave a comment